ott 31

Consulenza per genitori – L’esperto risponde

Offrire consulenza è uno dei modi più utili, ma anche impegnativi e a volte faticosi, per mettersi al servizio dei genitori.
Troppo spesso il genitore si sente solo e disorientato: l’istituzione scuola ad esempio è un mondo irto di normative sconosciute, spesso fonte di legittima ansia per il genitore, che vorrebbe il meglio per il proprio figlio ma che, forse per la prima volta, non si sente certo di assicurarglielo.

Se sei socio A.Ge. scrivi ad agetoscana|at|age.it per avere risposta ai tuoi quesiti: soci e sostenitori hanno infatti diritto a una consulenza illimitata e gratuita.

Qui di seguito potete trovare la risposta ad alcune domande frequenti (FAQ):

1) Rappresentanti di classe e Consiglio di Istituto N E W !!
2) Riforma, cattedre, orari
3) Due parole sulla didattica
4) Assicurazione, cassa scolastica, contributo dei genitori
5) A proposito di sicurezza
6) Privacy, diritto di accesso e altro ancora
7) Educazione, disagio, dislessia

Ci sono inoltre approfondimenti su:

–  Programma Annuale
–  Normativa per genitori
–  Documenti scaricabili
–  Iscrizioni scolastiche
–  Contributo volontario dei genitori

1) Rappresentanti di classe, Consiglio di Circolo e di Istituto

Botta e risposta, ecco tutti i segreti per svolgere al meglio il delicato compito dei rappresentanti dei genitori, dalle procedure per l’elezione al concreto confronto con le problematiche più disparate, passando indenni attraverso oscuri grovigli burocratici, conflitti di competenza e domande curiose come queste: Il rappresentante di classe può nominare un delegato? Si può eleggere una nonna? Vota la madre divorziata o la nuova convivente del padre?

2) Riforma, cattedre, orari, corsi di nuova istituzione

Classi sovraffollate
Riforma: cosa cambia per le classi già avviate?
Anticipi e ritardi: Moratti vs Gelmini
Cosa si intende per modulo stellare?
Calendario scolastico   (Vedi il VIDEO)
Attivare un servizio di doposcuola
Sezione musicale nella scuola media
30 e 40 ore
Organico di diritto e organico di fatto
3) Due parole sulla didattica

Hanno bocciato mio figlio
Patto di corresponsabilità
E se il genitore non firmasse il patto?
La foto di fine anno
Tornare a casa da soli
Idoneità degli insegnanti
Avere un figlio dislessico
L’insegnante in maternità
Partecipare al Piano dell’Offerta Formativa
Il parroco a scuola
Calendario scolastico e variazioni
Chi decide in merito alle gite scolastiche?
Genitori in gita

4) Assicurazione, cassa scolastica, contributi, ecc.

Chi paga l’assicurazione degli alunni?
Detrarre le spese scolastiche
PC in dono esentasse
Carta e sapone: chi paga?
Cassa Scolastica 1 e 2
Passaggio di consegne
Libri di testo gratuiti nella scuola primaria
Gite scolastiche e detrazioni fiscali
Detrarre tasse e testi scolastici
Quando il contributo non è ‘volontario’
Destinazione dei contributi scolastici

5) A proposito di sicurezza

Come segnalare un pericolo
Come fare una petizione
Il responsabile della sicurezza
6) Privacy, diritto di accesso e altro ancora

Si può morire di privacy, o poco ci manca. Privacy: parola magica, usata e abusata per tenere a volte lontani i genitori dai loro diritti. Se poi c’è di mezzo l’accesso agli atti dell’amministrazione pubblica allora sì che le cose si complicano.
Se vuoi tutelare la riservatezza tua e dei tuoi figli (questionari e osservazioni in classe), accedere agli atti della scuola (verbali, delibere, POF), avere gli indirizzi dei genitori della classe, fare ricorso ecc., clicca qui
7) Educazione, disagio, dislessia

Grazie alla collaborazione della dott.ssa Eva Bogani apriamo un nuovo servizio di FAQ, che riguarda specificamente l’impegno educativo di noi genitori e i problemi che possiamo incontrare (disagio, dislessia ecc.). Non manca una utilissima elencazione di cosa è bene fare e cosa invece è bene evitare.
Il servizio di consulenza è riservato ai soci e ai sostenitori.

E’ anche possibile proporre un quesito sulla pagina Facebook di AGe Toscana, curata da Angela Rigucci.

ott 31

Ufficio stampa

Gentile Collega,

innanzitutto grazie per il tempo che stai dedicando a leggere queste righe.

Noi dell’AGe Toscana crediamo fermamente che solo attraverso giornalisti sensibili e informati potremo rivolgerci a tutti i genitori e offrire loro consulenza e formazione gratuite e studiate appositamente per loro, realizzando così gli scopi che ci poniamo come Associazione.

Di seguito puoi trovare i nostri comunicati e da lì accedere alla relativa rassegna stampa. Per qualsiasi informazione che ti possa essere utile o necessaria ti invitiamo a rivolgerti al nostro Ufficio Stampa addettostampa@agetoscana.it, cell. 328/1971777 o 328/8424375.

Grazie fin d’ora per ciò che potrai fare a favore dei giovani e dei loro genitori.

ott 31

Contatti

Per informazioni     agetoscana| at |age.it

Scrivi al Presidente  presidente| at |agetoscana.it   tel. 328 8424375

Per la Stampa    addettostampa| at |agetoscana.it   tel. 328 1971777

ott 31

Statuto A.Ge. Toscana

STATUTO
“ASSOCIAZIONE ITALIANA GENITORI A.Ge. REGIONALE TOSCANA

Art. 1 – Costituzione
1.1 – E’ costituita, con sede in Firenze, la “Associazione Italiana Genitori A.Ge. Regionale Toscana”, che in seguito sarà denominata “A.Ge. Toscana”.
1.2 – I contenuti e la struttura dell’Associazione sono ispirati a principi di solidarietà, mutualità, trasparenza e democrazia, che consentono l’effettiva partecipazione democratica alla vita della stessa.
1.3 – La durata dell’Associazione è illimitata.
1.4 – L’Associazione ha sede in Firenze, via del Terzolle 93, presso l’I.S.I.S. “Leonardo da Vinci”.

Art. 2 – Identità
2.1 – L’A.Ge. Toscana è indipendente da ogni movimento politico e confessionale, nel rispetto dei valori sanciti dalla Costituzione Italiana e dalle Dichiarazioni Universali dei diritti dell’uomo e del fanciullo e dall’etica cristiana.
2.2 – Essa aderisce all’Associazione Italiana Genitori, A.Ge. Nazionale, della quale accetta lo Statuto generale, le linee programmatiche e gli oneri associativi.

Art. 3 – Scopi
3.1 – L’Associazione, senza fini di lucro e con l’azione diretta personale e gratuita dei propri aderenti, opera nel settore:
° educazione;
° istruzione;
° formazione;
° prevenzione, informazione;
° sport dilettantistico;
° tutela e valorizzazione delle cose di interesse artistico e storico;
° tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente;
° promozione della cultura e dell’arte;
° tutela dei diritti civili;
per il perseguimento, in via esclusiva, di scopi di solidarietà sociale concretizzati nelle finalità istituzionali indicate nel successivo art. 4.

Art. 4 – Finalità
4.1 – L’Associazione, in considerazione del patto di costituzione e degli scopi che si propone, intende perseguire le seguenti finalità:
° individuare e approfondire quanto concerne il bene e l’interesse dei fanciulli e fino alla loro indipendenza, sotto il profilo fisico, psicologico, sociale, educativo, culturale ed etico;
° sostenere la responsabilità educativa dei genitori nel rapporto con la scuola, con i media e con il più vasto ambiente sociale, per individuare le modalità di presenza e i settori di intervento;
° fornire aiuto, informazione, formazione e supporto ai genitori per il migliore sviluppo della loro personalità e di quella dei figli, mediante la promozione, la costituzione e la gestione di centri famiglia con la particolare attenzione alla formazione delle giovani coppie, all’adozione e all’affidamento familiare;
° sostenere e valorizzare le famiglie con disabilità;
° stimolare la costituzione di tutti quegli organismi di rappresentanza e di tutela attraverso i quali può realizzarsi la partecipazione della famiglia alla vita della scuola e della comunità sociale a livello regionale;
° contribuire all’opera educativa dei genitori, in particolare in ordine al rapporto con le istituzioni, favorendo e promuovendo corsi di formazione, incontri, servizi ed ogni altra iniziativa atta allo scopo;
° intervenire presso le autorità competenti regionali e degli altri enti locali per proporre soluzioni più idonee, presentare e gestire progetti, riguardanti le problematiche familiari, il disagio giovanile, le dipendenze (nuovi media, gioco d’azzardo, droghe, tabacco, alcool, ecc.), l’orientamento professionale (graduale inserimento dei giovani, a completamento della scuola dell’obbligo, nel mondo del lavoro), progetti riguardanti anche l’educazione e la protezione dell’infanzia e dell’adolescenza;
° coordinare programmi e iniziative tra le Associazioni Genitori locali della Regione Toscana in sintonia con gli indirizzi dell’Associazione Italiana Genitori Nazionale.
4.2 – Al fine di svolgere le proprie attività l’Associazione si avvale, in modo determinante e prevalente, delle prestazioni volontarie, dirette e gratuite dei propri aderenti.

Art. 5 – Struttura
5.1 – L’A.Ge. Toscana è una Associazione a struttura democratica, con disciplina uniforme nel rapporto associativo dei soci, per l’approvazione e la modifica di statuto e di regolamento e per la nomina degli organi direttivi.
E’ esclusa ogni limitazione dei diritti degli associati a causa della temporaneità della partecipazione.
5.2 – Tutte le cariche associative sono gratuite e gratuite sono le prestazioni dei soci.
5.3 – L’A.Ge. Toscana è una associazione di solidarietà sociale, per la formazione scolastica ed extra-scolastica della persona e di tutela dei diritti civili dei genitori e dei loro familiari.
5.4 – E’ un ente non commerciale, senza scopo di lucro, con divieto di distribuire utili e avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitali durante la vita dell’Associazione.

Art. 6 – Aderenti
6.1 – L’A.Ge. Toscana è la Federazione delle Associazioni Genitori A.Ge. Locali della regione Toscana, alle quali aderiscono, in qualità di associati, genitori e coloro che, legalmente o di fatto, esercitano la potestà di genitori, che accettano questo Statuto e versano la quota associativa; tale quota è personale e non trasmissibile ad altri. Possono aderire all’Associazione locale persone che condividono fini e scopi dell’A.Ge., anche se non genitori.
6.2 – Possono aderire direttamente all’A.Ge. Toscana quanti, residenti in centri dove non esistono ancora associazioni A.Ge. costituite, sono impegnati nella promozione di queste o comunque condividono le finalità dell’A.Ge. Toscana.
6.3 – Costituisce Associazione A.Ge. locale ogni raggruppamento di genitori su base territoriale, ivi compreso il livello di Istituto scolastico, che si dia una struttura democratica e uno statuto in sintonia con lo Statuto A.Ge. Nazionale, trattandosi di federazione.
6.4 – Il Consiglio Direttivo può accogliere l’adesione di persone giuridiche, nella persona di un solo rappresentante, designato con apposita deliberazione dell’istituzione interessata.
Ciascun aderente ha diritto di voto, senza regime di favore per categorie aderenti, per l’approvazione e modifica dello statuto, dei regolamenti e la nomina degli organi direttivi dell’organizzazione.
6.5 – Il numero degli aderenti è illimitato.
6.6 – Gli aderenti hanno tutti parità di diritti e doveri.
6.7 – Criteri di ammissione e di esclusione degli aderenti:
° nella domanda di ammissione, l’aspirante aderente dichiara di accettare lo Statuto dell’Associazione A.Ge. Regionale;
° l’ammissione decorre dalla data di delibera del Consiglio Direttivo Regionale, che deve prendere in esame le domande dei nuovi aspiranti aderenti, nel corso della prima riunione successiva alla data di presentazione, deliberandone l’iscrizione al registro degli aderenti all’Associazione:
° gli aderenti cessano di partecipare all’Associazione:
– per dimissioni volontarie:
– per sopraggiunta impossibilità di effettuare le prestazioni programmate;
– per mancato versamento del contributo per l’esercizio sociale in corso;
– per comportamento contrastante con gli scopi statutari dell’A.Ge. Toscana;
– per persistente violazione degli obblighi statutari nei confronti dell’A.Ge. Toscana;
° l’ammissione e l’esclusione sono deliberate dal Consiglio Direttivo Regionale.

Art. 7 – Diritti e doveri degli aderenti
7.1 – Gli aderenti possono essere chiamati a contribuire alle spese annuali dell’Associazione. Il contributo a carico degli aderenti non ha carattere patrimoniale ed è deliberato dall’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio preventivo. E’ annuale, non è trasferibile, non è restituibile in caso di recesso, di decesso o di perdita della qualità di aderente. Deve essere versato entro i 30 giorni antecedenti l’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio consuntivo dell’esercizio di riferimento.
7.2 – Gli aderenti hanno il diritto:
– di partecipare alle Assemblee (se in regola con il pagamento del contributo) e di votare
direttamente o per delega;
– di conoscere i programmi con i quali l’Associazione intende attuare gli scopi sociali;
– di proporre iniziative e di partecipare alle attività promosse dall’Associazione.
7.3 – Gli aderenti sono tenuti a:
– osservare le norme del presente Statuto e le deliberazioni adottate dagli organi sociali;
– versare il contributo stabilito dall’Assemblea;
– svolgere le attività preventivamente concordate;
– mantenere un comportamento conforme alle finalità dell’Associazione.
7.4 – Le prestazioni fornite dagli aderenti sono a titolo gratuito e non possono essere retribuite neppure dal beneficiario. Agli aderenti possono essere rimborsate soltanto le spese effettivamente sostenute secondo opportuni criteri, validi per tutti gli aderenti, preventivamente stabiliti dal Consiglio Direttivo e approvati dall’Assemblea.
Le attività degli aderenti sono incompatibili con qualsiasi forma di lavoro subordinato e autonomo e con ogni altro rapporto di contenuto patrimoniale nei confronti dell’Associazione.

Art. 8 – Esclusioni
8.1 – Un socio potrà essere escluso dall’Associazione A.Ge. Regionale con delibera del suo Consiglio Direttivo a maggioranza dei componenti qualora danneggi materialmente e moralmente l’Associazione, fomenti dissidi o disordini tra i soci, violi le norme statutarie.
8.2 – Un’Associazione può essere esclusa dall’Associazione A.Ge. Regionale con delibera del Consiglio Direttivo a maggioranza dei componenti, quando danneggi materialmente e moralmente l’Associazione e quando si dissoci radicalmente dalle linee programmatiche dell’A.Ge. Toscana.
8.3 – I Soci e le Associazioni escluse potranno ricorrere al Collegio Regionale dei Probiviri.

Art. 9 – Patrimonio – Entrate
9.1 – Il patrimonio dell’Associazione è costituito da:
– beni mobili e immobili che divengano nel tempo di sua proprietà;
– eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;
– eventuali erogazioni, donazioni e lasciti destinati a incrementare il patrimonio.
9.2 – Le entrate dell’Associazione sono costituite da:
– contributi degli aderenti per le spese della stessa;
– contributi di privati;
– contributi dello Stato, di enti ed istituzioni pubbliche;
– contributi di organismi internazionali;
– donazioni e lasciti testamentari non vincolati dall’incremento del patrimonio;
– rimborsi derivanti da convenzioni;
– rendite di beni mobili o immobili pervenuti all’Associazione a qualunque titolo;
– entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali;
– fondi pervenuti da raccolte pubbliche effettuate occasionalmente, anche mediante offerta di
beni di modico valore;
– ogni altro provento, anche derivante da iniziative benefiche e sociali, non esplicitamente
destinato ad incremento del patrimonio.
9.2.1 – I fondi sono depositati presso gli Istituti di Credito stabiliti dal Consiglio Direttivo.
9.3 – Ogni operazione finanziaria è disposta con firme congiunte del Presidente e del Tesoriere o altro componente del Consiglio Direttivo, secondo la deliberazione specifica.

Art. 10 – Organi Sociali
10.1 – Gli organi dell’A.Ge. Regionale Toscana sono:
– l’Assemblea regionale degli aderenti;
– il Presidente Regionale;
– il Consiglio Direttivo Regionale;
– il Collegio Regionale dei Revisori dei Conti;
– il Collegio Regionale dei Probiviri.

Art. 11 – Assemblea elettiva
11.1 – L’Assemblea elettiva regionale è convocata in seduta ordinaria ogni tre anni dal Presidente Regionale al termine del suo mandato.
11.2 – L’avviso di convocazione deve essere inviato con almeno quindici giorni di preavviso anche via e-mail o telematica.
11.3 – Hanno diritto di voto il Presidente o il delegato dell’Associazione A.Ge. Locale e i singoli soci che aderiscono direttamente all’A.Ge. Toscana. Coloro che per causa di forza maggiore fossero impossibilitati a partecipare in presenza, possono farlo in via telematica o in videoconferenza. Il numero di voti espressi è pari al numero dei soci rappresentati.
11.4 – L’Assemblea delibera a maggioranza assoluta.

Art. 12 – Assemblea degli aderenti
12.1 – L’Assemblea è costituita da tutti gli aderenti all’ Associazione. L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria.
12.2 – L’Assemblea è convocata dal Consiglio Direttivo ed è di regola presieduta dal Presidente dell’Associazione.
12.3 – La convocazione è fatta in via ordinaria almeno una volta l’anno e ogni qualvolta si renda necessaria per le esigenze della Associazione. L’avviso di convocazione deve essere inviato con almeno quindici giorni di preavviso anche via e-mail o telematica. Coloro che per causa di forza maggiore fossero impossibilitati a partecipare in presenza, possono farlo in via telematica o in videoconferenza.
12.4 – La convocazione può avvenire anche su richiesta di almeno tre componenti del Consiglio Direttivo o di un decimo degli aderenti; in tal caso l’avviso di convocazione deve essere reso noto entro 15 giorni dal ricevimento della richiesta e l’Assemblea deve essere tenuta entro 30 giorni dalla richiesta di convocazione.
12.5 – L’Assemblea ordinaria è convocata per:
– l’approvazione del programma e del bilancio di previsione per l’anno in corso;
– l’approvazione della relazione d’attività e del rendiconto economico (bilancio consuntivo)
dell’anno precedente;
– l’esame delle questioni sollevate dai richiedenti o proposte dal Consiglio Direttivo.
Altri compiti dell’Assemblea sono:
– eleggere i componenti del Consiglio Direttivo;
– eleggere i componenti del Collegio dei Revisori dei Conti;
– eleggere i componenti del Collegio dei Probiviri;
– approvare gli indirizzi ed il programma delle attività proposte dal Consiglio Direttivo;
– ratificare i provvedimenti di competenza dell’Assemblea adottati dal Consiglio Direttivo
per motivi di urgenza;
– fissare l’ammontare del contributo per l’esercizio annuale o altri contributi a carico degli
aderenti, quale forma di partecipazione alla vita della Associazione, senza per questo
instaurare un rapporto di partecipazione patrimoniale.
Di ogni assemblea deve essere redatto il verbale da riportare nel registro delle assemblee degli aderenti. Le decisioni dell’Assemblea impegnano tutti gli aderenti.
12.6 – L’Assemblea straordinaria è convocata per la discussione delle proposte di modifica dello Statuto o di scioglimento o liquidazione dell’Associazione.
12.7 – L’avviso di convocazione è inviato individualmente per iscritto, anche via e-mail o per via telematica, agli aderenti almeno 15 giorni prima della data stabilita; è anche reso pubblico nella sede sociale e deve contenere l’ordine del giorno. L’assemblea, in assenza di leggi in materia e in analogia di quanto già previsto per le cooperative, può deliberare la regolamentazione d’altre idonee modalità di convocazione (es.: attraverso i media), nel caso che il numero degli aderenti diventasse particolarmente elevato e comunque tale da rendere difficoltosa l’individuazione di una sede adatta.
12.8 – In prima convocazione l’assemblea ordinaria è regolarmente costituita con la presenza della metà più uno degli aderenti presenti in proprio o per delega. In seconda convocazione è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli aderenti, in proprio o per delega. La seconda convocazione non può aver luogo prima di 24 ore dalla prima convocazione. Le deliberazioni dell’assemblea ordinaria sono adottate a maggioranza semplice dei presenti.
12.9 – Per le deliberazioni riguardanti le modificazioni dello statuto, lo scioglimento e la liquidazione dell’organizzazione sono richieste le maggioranze indicate nell’art. 19.
12.10 – Ciascun aderente può essere portatore di tre sole deleghe di altri aderenti.

Art. 13 – Il Consiglio Direttivo
13.1 – Il Consiglio Direttivo è delegato dall’Assemblea degli aderenti ed è composto:
– fino a sette membri eletti dall’Assemblea elettiva;
– il Presidente di ogni delegazione provinciale, ove questa sia costituita;
– i soci A.Ge., residenti nella Regione, eletti nel Consiglio Nazionale A.Ge.;
– ed, eventualmente, non più di due membri cooptati dal Consiglio Direttivo stesso.
Il Consiglio Direttivo resta in carica tre anni ed i suoi componenti possono essere rieletti. Essi decadono qualora siano assenti ingiustificati per almeno tre volte consecutive.
13.2 – Il Consiglio Direttivo, nella sua prima riunione, elegge a maggioranza assoluta, tra i Consiglieri eletti dall’Assemblea elettiva regionale, il Presidente. Qualora non si raggiunga tale maggioranza dopo due votazioni consecutive, si procede all’elezione a maggioranza relativa. Con le stesse modalità il Consiglio elegge un Vice Presidente, che può essere proposto dal Presidente, un Segretario e un Tesoriere.
13.3 – Il Consiglio Direttivo di norma si riunisce, su convocazione del Presidente, almeno una volta ogni tre mesi e o quando ne faccia richiesta almeno un terzo dei componenti. In tale seconda ipotesi, la riunione deve avvenire entro venti giorni dal ricevimento della richiesta.
Alle riunioni possono essere invitati a partecipare esperti esterni e rappresentanti di eventuali commissioni di lavoro interne con voto consultivo.
L’avviso di convocazione, inviato almeno cinque giorni prima, deve contenere gli argomenti all’ordine del giorno. In caso di urgenza, il Consiglio Direttivo può essere convocato con ventiquattro ore di preavviso.
Le riunioni del Consiglio Direttivo sono valide qualora sia presente la maggioranza dei suoi componenti eletti, anche in via telematica o videoconferenza. Di ogni riunione deve essere redatto il verbale da riportare nel registro delle riunioni del Consiglio Direttivo.
13.4 – Sono compiti del Consiglio Direttivo:
– compiere tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione;
– fissare le norme per il funzionamento dell’Associazione;
– sottoporre all’approvazione dell’Assemblea il bilancio preventivo entro la fine del mese di gennaio o comunque in contemporanea al bilancio consuntivo, il quale a sua volta dovrà essere presentato all’Assemblea entro la fine del mese di aprile;
– determinare il programma di lavoro in base alle linee d’indirizzo contenute nel programma generale approvato dall’assemblea, promovendo e coordinando l’attività e autorizzando la spesa;
– eleggere il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario e il Tesoriere;
– accogliere o respingere le domande degli aspiranti aderenti;
– deliberare in merito all’esclusione di aderenti;
– ratificare, nella prima seduta successiva, i provvedimenti di competenza del Consiglio Direttivo adottati dal Presidente per motivi di necessità e d’urgenza;
– assumere il personale strettamente necessario per la continuità della gestione non assicurata dagli aderenti e comunque nei limiti consentiti dalle disponibilità previste dal bilancio;
– istituire gruppi o sezioni di lavoro, i cui coordinatori possono essere invitati a partecipare alle riunioni del Consiglio e alle assemblee con voto consultivo, se già non hanno diritto di partecipare con voto deliberativo;
– nominare avvocati e procuratori nelle liti attive e passive riguardanti l’Associazione davanti a qualsiasi Autorità Giudiziaria e Amministrativa.
– Il Consiglio Direttivo può delegare al Presidente l’ordinaria amministrazione.

Art. 14 – Presidente
14.1 – Il Presidente è eletto dal Consiglio Direttivo tra i suoi componenti a maggioranza dei voti.
14.2 – Il Presidente:
– ha la firma e la rappresentanza sociale e legale dell’Associazione nei confronti di terzi e in giudizio;
– è autorizzato ad eseguire incassi e accettazione di donazioni d’ogni natura a qualsiasi titolo da Pubbliche Amministrazioni, da Enti e da privati, rilasciandone quietanze liberatorie;
– convoca e presiede le riunioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo;
– in caso di necessità e d’urgenza assume i provvedimenti di competenza del Consiglio Direttivo, sottoponendoli a ratifica nella prima riunione successiva.
In caso d’assenza, d’impedimento o di cessazione le relative funzioni sono svolte dal Vice Presidente, che convoca il Consiglio Direttivo per l’approvazione della relativa delibera. Di fronte agli aderenti, ai terzi e a tutti i pubblici uffici, la firma del Vice Presidente fa piena prova dell’assenza per impedimento del Presidente.
Nel caso in cui l’impedimento fosse permanente, il Consiglio Direttivo dovrà eleggere i nuovi Presidente e Vice Presidente entro tre mesi.

Art. 15 – Collegio dei Revisori dei Conti
15.1 – L’assemblea elegge un Collegio del Revisori dei Conti. Il Collegio è costituito fino a tre componenti effettivi e fino a due supplenti. La Carica di Revisore effettivo o supplente è incompatibile con quella di membro del Consiglio Direttivo o del Collegio dei Probiviri.
15.2 – Il Collegio dei Revisori dei Conti:
– elegge tra i suoi componenti il Presidente;
– esercita i poteri e le funzioni previste dalle leggi vigenti per i revisori dei conti;
– agisce di propria iniziativa, su richiesta di uno degli organi sociali oppure su segnalazione di un aderente;
– può partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo con diritto di parola ma non di voto;
– riferisce annualmente all’assemblea con le relazioni scritte, trascritte nell’apposito registro dei
Revisori dei Conti;

Art. 16 – Collegio dei Probiviri
16.1 Il Collegio dei Probiviri è composto fino a tre membri, eletti con le stesse  modalità previste per l’elezione dei componenti il Consiglio Direttivo, per i seguenti compiti:
– giudicare e deliberare sul ricorso degli interessati  circa i provvedimenti disciplinari  per i motivi di cui agli artt. 8.1 e 8.2;
– giudicare e deliberare su segnalazione del Consiglio Direttivo, sulle inadempienze amministrative o gravi atti di indisciplina organizzativa;
– giudicare e deliberare sul ricorso presentato dagli aderenti circa quanto disposto dal Consiglio Direttivo.
16.2 Il Collegio dei Probiviri nomina nel suo ambito un Presidente.
16.3 La decisione del Collegio dei Probiviri, sentite le parti, deve essere emanata e resa nota agli interessati entro 30 giorni dalla data di presentazione del ricorso o dalla delibera di cui al punto 16.1.
16.4 I giudizi del Collegio dei Probiviri dovranno essere resi noti, a cura del Collegio stesso, alla  Presidenza Regionale. I ricorsi inoltrati non sospendono l’esecutività del provvedimento, fino al giudizio contrario.
16.5 La carica di componente il Collegio dei Probiviri è incompatibile con quella di membro del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei conti.

Art. 17 – Cariche
17.1 – Le cariche sociali hanno la durata di tre anni e possono essere riconfermate per un solo periodo, se consecutivo. Esse sono gratuite, fatto salvo il diritto al rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate nell’interesse dell’Associazione.
17.2 – Le eventuali sostituzioni di componenti del Consiglio Direttivo effettuate nel corso del triennio, attingendo alla lista dei non eletti, devono essere convalidate nel corso della prima assemblea convocata successivamente alla nomina. I componenti così nominati decadono con gli altri componenti. Eventuali sostituzioni nelle cariche devono essere tempestivamente comunicate a tutti gli aderenti.

Art. 18 – Bilancio
18.1 – Ogni anno devono essere redatti, a cura del Consiglio Direttivo, i bilanci preventivo e consuntivo, da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea entro il 30 aprile. I bilanci devono essere portati a conoscenza del Collegio dei Revisori almeno 30 giorni prima della presentazione all’assemblea.
18.2 – Dal bilancio consuntivo devono risultare i beni, i contributi e lasciti ricevuti e le spese per capitoli e voci analitiche.
18.3 – Il bilancio deve coincidere con l’anno solare.
18.4 – Gli utili o gli avanzi di gestione devono essere impiegati per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse. E’ vietata la distribuzione in qualsiasi forma, anche indiretta nel rispetto del comma 6 dell’art. 10 del D.L. 4 dicembre 1997, n. 460, di utili e avanzi di gestione nonché di fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo nei casi imposti o consentiti dalla legge a favore di altre Associazioni di volontariato ONLUS che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima e unitaria struttura o rete di solidarietà.

Art. 19 – Modifiche alla Statuto – Scioglimento dell’Associazione
19.1 – Le proposte di modifica allo statuto possono essere presentate all’Assemblea da uno degli organi o da almeno un decimo degli aderenti. Le relative deliberazioni sono approvate dall’Assemblea con la presenza, in proprio o per delega, di almeno due terzi degli aderenti, facendo riferimento per la validità della seduta al numero dei soci rappresentati, e il voto favorevole della maggioranza dei presenti.
19.2 – Lo scioglimento, la cessazione ovvero l’estinzione e quindi la liquidazione dell’Associazione può essere proposta dal Consiglio Direttivo e approvata, con il voto favorevole di almeno tre quarti degli aderenti, dall’Assemblea dei soci convocata in via straordinaria con specifico ordine del giorno. I beni che residuano dopo l’esaurimento della liquidazione sono devoluti alle A.Ge. Locali o all’A.Ge. Nazionale o un identico e analogo settore di volontariato sociale, secondo le indicazioni dell’assemblea che nomina il liquidatore e comunque secondo il disposto dell’art. 5, comma 4 della Legge 266/91, salvo diversa destinazione imposta dalla legge. In nessun caso possono essere distribuiti beni, utili e riserve agli aderenti.

Art. 20 – Norme di rinvio
20.1 – Per quanto non previsto dal presente statuto, si fa riferimento alle vigenti disposizioni legislative in materia, con particolare riferimento al Codice Civile e alle loro eventuali variazioni.

Art. 21 – Norme di funzionamento
21.1 – Le norme di funzionamento (Regolamento) eventualmente predisposte dal Consiglio Direttivo e approvate dall’Assemblea, saranno rese note per mezzo di copia affissa nell’albo avvisi esposto nella sede sociale ovvero sul sito internet. Gli aderenti possono richiederne copia personale.

Statuto approvato dall’Assemblea Regionale A.Ge. Toscana in data 25 gennaio 2014

ott 31

Dove siamo

Dove siamo

Adesso siamo anche su Facebook, Youtube e Twitter!

http://www.facebook.com/agetoscana

http://www.youtube.com/user/AgeToscana

https://twitter.com/AgeToscana

FIRENZE – A.Ge. Firenze e Presidenza Regionale
Pres: Rita MANZANI DI GORO
VIA DEL CAPARRA, 69 – 50142 FIRENZE
Tel. 055 717905 – 328 8424375
agetoscana@age.it

FIRENZE – A.Ge. Valdarno
Pres: Pasquale PATELLA
VIA VERDI, 1 – 50063 FIGLINE VALDARNO
Tel. 328 7862324 / 333 7094865
agevaldarno@yahoo.it

GROSSETO – A.Ge. Argentario
Pres: Angela RIGUCCI
VIA BASCHERI, 63 – 58019 MONTE ARGENTARIO
Tel. 329 4191838
ageargentario@age.it

LIVORNO – A.Ge. Arcipelago Toscano
Pres: Jachen GAUDENZ
CASELLA POSTALE 104 – 57037 PORTOFERRAIO
arcipelagotoscano@age.it

LIVORNO – A.Ge. Riotorto
Pres: Deborah RASPANTI
Tel. 393 3521862
ageriotorto@age.it

LUCCA – A.Ge. S. Michele di Moriano
Pres: Paola GONELLA
VIA DI CASA CIMI, 362 – 55100 SALTOCCHIO LUCCA
Tel. 392 6287749
agelucca@agetoscana.it

MASSA CARRARA – A.Ge. Fivizzano
Pres: Maria Eugenia PARODI
VIA VIGNA DI SOPRA, 5 – 54013 FIVIZZANO
Tel. 0585 927004 – 320 8666253
meugeparodi@tiscali.it

PISA – A.Ge. Lari
Pres: Cristiano FERRUCCI
VIA GALILEO GALILEI
56035 LARI
Tel. 335 7791821
ferruccicristiano@gmail.com

PRATO – A.Ge. Prato
Pres: Chiara CINI
VIA IV NOVEMBRE, 27 – 59100 PRATO
Tel. 0574 603219 – 335 1326151
chiaracini@hotmail.com

ott 31

Chi siamo

40 anni ben portati per l’Associazione Genitori A.Ge.

L’Associazione Italiana Genitori A.Ge., fondata il 14 febbraio 1968, è una risorsa di valori per tutti quei genitori che vogliono sviluppare competenze educative attraverso una partecipazione diretta della famiglia nell’attuale vita sociale.

Le associazioni locali raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione italiana e all’etica cristiana, intendono partecipare alla vita scolastica e sociale per fare della famiglia un soggetto che entri a pieno titolo nella contrattazione politica e sociale.

Ogni Associazione è formata da volontari che promuovono una rete di solidarietà tra i genitori e partecipano alla vita del territorio, a partire dalla scuola.
L’A.Ge. a livello territoriale cura i rapporti con le scuole, le parrocchie, il comune, le radio e la stampa locale; a livello provinciale e regionale i referenti sono le Amministrazioni, gli organi scolastici territoriali e l’opinione pubblica.
A livello nazionale l’A.Ge. è una presenza rappresentativa delle esigenze delle famiglie presso le istituzioni amministrative e politiche (Commissioni parlamentari, Ministeri ecc).

L’A.Ge. fa parte:
•    del Fonags (Forum Nazionale delle Associazioni dei Genitori nella Scuola) presso il Ministero della Pubblica Istruzione;
•    della Consulta Nazionale di Pastorale Scolastica (CEI);
•    del Forum delle Associazioni Familiari;
•    del Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione (Copercom);
•    nel Consiglio degli Utenti (CNU), nelle Commissioni di revisione cinematografica presso il Ministero dei Beni Culturali e nel Comitato TV e Minori.

In Toscana:
•    A.Ge. Toscana
•    A.Ge. Arezzo
•    A.Ge. Firenze
•    A.Ge. Calenzano (FI)
•    A.Ge. Castelfiorentino (FI)
•    A.Ge. Pontassieve (FI)
•    A.Ge. Valdarno (FI)
•    A.Ge. Argentario (GR)
•    A.Ge. Arcipelago Toscano (LI)
•    A.Ge. Riotorto (LI)
•    A.Ge. Lucca (S. Michele di Moriano)
•    A.Ge. Fivizzano (MS)
•    A.Ge. Lari (PI)
•    A.Ge. Prato

Il codice fiscale dell’Associazione Genitori A.Ge. Toscana è 93051100506.

Scarica il depliant dell’A.Ge. Toscana

ott 31

Aprire un’A.Ge. locale

Perché aprire un’Associazione di genitori? Per capirlo davvero occorre vedere di persona quante cose utili e importanti si possono realizzare lavorando insieme per i più giovani.
“Quando nasce un’A.Ge. locale è la cosa più bella del mondo” mi diceva Walter Pasta, attuale Tesoriere nazionale e amico dell’Associazione Genitori A.Ge. Toscana.

Ero presidente regionale di fresca nomina e non avevo mai provato l’emozione di tenere a battesimo un’associazione appena nata: il batticuore, le emozioni, la gioia grande di un entusiasmo che rende tutto possibile.
Lavorando tutti insieme con passione abbiamo scoperto che il limite a ciò che possiamo fare per i nostri figli è quello dei nostri sogni: più voleremo alto con le nostre speranze e i nostri desideri e più grandi saranno la qualità e la quantità di ciò che possiamo realizzare a servizio dei giovani e delle famiglie.

E allora, se siete un gruppo di genitori pieni di speranze e di voglia di fare, scrivetemi (presidente|at|agetoscana.it) o telefonatemi (328 8424375) e ne parleremo insieme.
Un cordiale saluto e a presto
Rita Manzani Di Goro
Presidente A.Ge. Toscana

Se ti interessa conoscere “Chi siamo”, “Dove siamo”
Ecco tutti i vantaggi di essere soci

ott 31

Iscriviti all’A.Ge.

Molti ci chiedono che impegno comporti iscriversi all’A.Ge. La risposta è semplice e immediata: essere soci significa soprattutto condividere quelli che sono gli scopi dell’Associazione Italiana Genitori e cioè avere il desiderio di mettersi al servizio dei giovani e dei loro genitori. Il modo migliore per vivere questa missione associativa è in gruppo, ma con i moderni mezzi di comunicazione ci si può rendere utili anche ‘a distanza’, collaborando con l’Associazione e sostenendone gli scopi.

Per associarsi on line basta scrivere una e-mail ad agetoscana|at|age.it”> con nome, cognome, indirizzo ed effettuare per il 2015 un versamento di € 20,00 sul c/c bancario IT98H 03359 01600 100000006860 su Banca Prossima intestato ad Associazione Genitori AGe Regionale Toscana. La quota è la stessa sia per i soci singoli che per la coppia di genitori.

Il tesseramento inizia ogni anno a novembre e vale per tutto l’anno successivo. E’ prevista anche una quota promozionale di € 12,00 per i nuovi iscritti. Il nostro codice fiscale è 93051100506. Soci e sostenitori hanno diritto a una consulenza illimitata gratuita in materia scolastica (scrivendo ad agetoscana@age.it). I soci hanno titolo a ricevere il notiziario associativo AGeStampa, a proporre iniziative e a partecipare alle attività dell’Associazione. Un servizio messo a disposizione dei soci e delle loro famiglie sono le visite guidate gratuite agli Uffizi e in prospettiva anche ad altri musei fiorentini. Inoltre i nostri soci sono assicurati senza ulteriori spese per tutte le attività che svolgono a scuola (feste, gite, manutenzione, lezioni, orto…). Per ulteriori approfondimenti “Le coperture assicurative offerte gratuitamente ai soci delle AGe della Toscana” lavoretti-a-scuola-rassicurati-con-age&catid=56%3Acomunicati-stampa&Itemid=1″>leggi qui

“pdf/Documenti/DepliantAGeToscana.pdf”
Scarica il depliant dell’A.Ge. Toscana
GENITORI E PARTECIPAZIONE

Intervista del giornalista Renato Bruschi alla Presidente Regionale<br />pubblicata sul settimanale ToscanaOggi

Come si entra a far parte dell’A.Ge.?
Entrare a far parte dell’AGe non è difficile, basta mettersi in contatto con una delle associazioni presenti sul territorio. Tutti coloro che vogliono impegnarsi a favore dei giovani e delle famiglie con serietà e concretezza sono bene accetti.
E proprio così è successo con gli amici di Aulla: avendo sentito di alcune nostre iniziative a Massa e a Fivizzano, hanno capito che l’AGe poteva essere una risposta al loro desiderio di impegnarsi come genitori e ci hanno chiamato. Quando abbiamo incontrato il gruppo promotore abbiamo subito visto che erano animati dallo spirito giusto e in breve il Consiglio regionale dell’AGe Toscana ha approvato l’adesione della nuova associazione.

Si parla, con una certa frequenza, di “emergenza educativa”. È d’accordo?
Se devo essere sincera, è proprio la consapevolezza dell’emergenza educativa che segna i nostri giorni a spingere me e tanti altri a spendere tutto il nostro tempo in associazione. Non sono mai finite le cose da fare: incontri su bullismo e prevenzione della violenza, su adolescenza e disturbi dell’alimentazione. Puntiamo molto sui corsi di formazione per rappresentanti di classe e di istituto, per rendere il più proficua possibile la presenza dei genitori nella scuola, e non devono mancare momenti di festa e iniziative di solidarietà.

Quali sono, dal suo punto di vista, i principali problemi nel rapporto tra genitori e figli, genitori e scuola?
Gran parte dei problemi nasce dalla difficoltà di comunicare, di mettersi nei panni dell’altro. Una volta capito questo e toccata con mano la sofferenza che può nascerne, non si può fare a meno di adoperarsi in ogni modo perché questi problemi siano una volta per tutte superati. Ciascuno nel concreto della sua esperienza quotidiana, senza illudersi rispetto ai risultati ma con coerenza e costanza.
Un metodo più tradizionale per iscriversi all’A.Ge. è quello di mettersi in contatto con il Presidente dell’A.Ge. più vicina oppure con  il <a href=”mailto:presidente@agetoscana.it”>Presidente regionale.
Ogni socio, sia on line che tradizionale, ha diritto ad un servizio di consulenza illimitata e all’assicurazione per le attività svolte a scuola. La quota associativa per l’anno 2015 è di € 20,00 sia per il socio singolo che per la coppia di genitori. E’ prevista anche una quota promozionale di € 12,00 per i nuovi soci.

N.B.  Il servizio di consulenza di AGe Toscana è riservato ai soli <a target=”_self” title=”Iscriviti all’AGe” href=”index.php?option=com_content&view=article&id=47&Itemid=55″>soci</a> e <a target=”_self” title=”Sostieni l’AGe Toscana” href=”index.php?option=com_content&view=article&id=46&Itemid=1″>sostenitori</a>.
Per fruirne basta scrivere ad agetoscana|at|age.it e dichiarare la propria qualità di socio o di sostenitore.

ott 31

Sostieni l’A.Ge. Toscana

Se hai apprezzato la consulenza offerta dall’A.Ge. Toscana adesso hai la possibilità di sostenerla con il tuo determinante contributo. Anche pochi euro sono per noi importanti perché ci consentono di portare avanti questo importante servizio a favore dei genitori.

Il servizio che offriamo è svolto da esperti (agetoscana@age.it) che credono nella partecipazione attiva dei genitori al processo educativo e offrono gratuitamente la loro consulenza. Tutte le altre spese sono sostenute a carico delle quote versate dai soci. Con quelle stesse quote organizziamo corsi di educazione alla genitorialità, interventi su minori e media, corsi per rappresentanti di classe e di istituto.

Contribuisci anche tu iscrivendoti per il 2012 all’A.Ge. Toscana alla quota promozionale di € 12,00! Avrai diritto alla consulenza illimitata gratuita e a ricevere il bimestrale associativo AGeStampa. Inoltre sarai assicurato per le attività che svolgerai a scuola, inviando preventivamente un documento della scuola che attesti l’attività prevista.

Oppure invia un tuo contributo, non importa quanto piccolo, perché ogni risorsa è preziosa e sappiamo metterla a buon frutto. Il tuo appoggio sarà ancor più prezioso perché costituirà per noi un concreto incoraggiamento ad andare avanti.

Puoi effettuare il tuo versamento utilizzando il c/c bancario IT98H 03359 01600 100000006860 presso Banca Prossima intestato ad Associazione Genitori AGe Regionale Toscana. Una tua e-mail per avvisarci dell’avvenuto pagamento ci sarà utile per le nostre registrazioni contabili e ci consentirà di esprimerti il nostro ringraziamento.

Un altro modo di esserci vicino è destinare il 5×1000 dell’imposta sui redditi all’Associazione Italiana Genitori A.Ge. Onlus indicando nell’apposita casella della tua dichiarazione 730, Cud o Unico il codice fiscale 02205620582.

NB.  Il servizio di consulenza di AGe Toscana è riservato ai soli soci e sostenitori.

Per fruirne basta scrivere ad agetoscana|at|age.it e dichiarare la propria qualità di socio o di sostenitore.

ott 27

Mappa del sito

- Home page
– Iscriviti all’A.Ge.: come iscriversi alle Associazioni Genitori della Toscana
– Aprire un’A.Ge. locale: come e perché aprire un’Associazione di genitori

– Statuto Associazione Genitori A.Ge. Toscana
– Comunicati stampa
– Chi siamo
– Dove siamo

– Contattaci
– Sostieni l’A.Ge. Toscana

PRINCIPALI TEMATICHE

– Il Rappresentante di classe

– Come coinvolgere i genitori: consigli utili per favorire la partecipazione

– Contributo dei genitori: volontario, con uso rendicontato e trasparente

– 730, Unico: detrarre le spese scolastiche

– Bilancio e conto consuntivo delle scuole

– Le iscrizioni, evitare gli errori più frequenti

– Calendario scolastico, numero minimo di lezioni; Santo Patrono

– Libri di testo, costo e peso dei libri scolastici: i rimedi

– Patto di corresponsabilità scuola-famiglia

– Nuovi media e social network – Consigli per genitori ed educatori

– Aiuto, questi ragazzi stanno sempre al computer! – Cosa fare

RUBRICHE

FAQ Organi collegiali, tutto quello che c’è da sapere su Rappresentante di classe e Consiglio d’Istituto: come si eleggono, come funzionano, come tutelare i diritti di genitori e alunni
– – Il Rappresentante di classe
– – Assemblea dei genitori
– – Il Consiglio di Circolo e di istituto
– – Presidente Consiglio e Giunta esecutiva
– – Funzionamento del Consiglio d’Istituto
– – Decadenza, surroga

– Contributo volontario dei genitori: detrarre le spese scolastiche, uso del contributo e altre questioni utili

– Bilancio e conto consuntivo delle scuole ad uso dei membri dei Consigli d’Istituto

– Come coinvolgere i genitori: dall’esperienza dei Forum consigli utili per favorire la partecipazione

– Consulenza – L’esperto risponde: alcune risposte ai quesiti più comuni per i genitori
– – Rappresentanti di classe e di istituto
– – La didattica
– – Riforma, cattedre

– – Privacy e diritto di accesso: la normativa e la sua applicazione pratica
– – La sicurezza
– – Educazione, disagio, dislessia

– Documenti scaricabili (Genitori a scuola di partecipazione, Sicuramente Internet, Farmaci dall’uso all’abuso, Organi collegiali della scuola, Mod. PA04)

– Normativa scolastica

– Siamo tutti scrittori

– Le mie ricette

NEWSLETTER
– Bilancio delle scuole

– Iscrizioni scolastiche

VIDEO

– Rappresentante di classe
– Iscrizioni scolastiche
– Contributo volontario
– Calendario scolastico
– Proposta di riforma degli Organi collegiali
– La protesta contro gli Istituti comprensivi

ATTIVITA’ DI INFORMAZIONE prese di posizione dell’A.Ge. Toscana in merito alle principali problematiche che interessano i genitori

– Iscrizioni e contributo volontario
– – Iscrizioni a.s. 2012/13
– – –  Le FAQ
– – –  Scuola in chiaro

– –  Iscrizioni a.s. 2011/12

– –  Iscrizioni a.s. 2010/11

– –  Iscrizioni a.s. 2009/10

– Emergenza Famiglia

– Gli articoli di Giuseppe Richiedei

– Alunni extracomunitari

– Indicazioni nazionali

– Forum delle associazioni dei genitori

PROGETTI

– Te lo do io il computer

– Essere genitori oggi

– Crescere insieme, la difficile arte di educare

– La Schiena a scuola

– PassaParolediPace

PUBBLICAZIONI

– Il manuale del rappresentante di classe

– Come coinvolgere i genitori

– Disinnescare la violenza

– Marika e la penna magica

– Il mestiere di genitore

– – Il mondo dell’educazione

– – Il mondo della scuola

– – Il mondo A.Ge.

RASSEGNA STAMPA

– Dicono di noi
– – Rassegna anno 2011/12
– – Rassegna anno 2010/11
– – Rassegna anno 2009/10

– – Rassegna anno 2008/09