Laboratorio di lettura “Che bellezza la.. bruttezza!”Questa è la prima Notte Azzurra per bambini organizzata a Porto S. Stefano, con le Associazioni, la Pro Loco e il patrocinio del Comune. Chissà se altre città hanno fatto qualcosa del genere, forse sì... La festa comincia alle 18,00 e finisce alle 23,00: aprirà la serata una parata con giocolieri, saltimbanchi e vari artisti di strada che dal lungomare porteranno i bambini fino al Piazzale dei Rioni dove saranno allestiti un palco e diverse zone dedicate ai laboratori. Tra un attività e l'altra i trampolieri e gli artisti di strada intratterranno i bambini. Partecipano numerose Associazioni locali: l'associazione Il Piccolo Scoglio farà da supporto per l'intrattenimento; l'associazione Artday terrà un laboratorio in cui i bambini si divertiranno a costruire cappelli di ogni forma e colore con i cartoncini. Un laboratorio di lettura animata vedrà coinvolte l'Associazione Genitori A.Ge. Argentario e la Libreria Gulliver.

 

Poi ci saranno il teatro dei burattini, la baby dance, il trucca bimbi e per terminare in bellezza l'associazione teatrale L'Allegra Compagnia (comici bravissimi, in genere fanno rivisitazioni di storie classiche) mescolerà tante favole diverse nell’unica storia “Il bosco pazzerello”.

Alle 19,30 l’A.Ge. Argentario in collaborazione con Paola Cerulli della libreria Gulliver terrà il laboratorio di lettura “Che bellezza la.. bruttezza!”, liberamente ispirato al libro per bambini “Altri guai per Agata” di Tenor Michaut, Editore Lito. Tutti i bambini presenti saranno coinvolti nella storia partecipando anche alla creazione della pozione magica. “In un mondo come il nostro in cui l'aspetto esteriore conta così tanto, questa storia insegna che la bellezza è un concetto relativo e soggettivo e che ognuno si deve piacere per com'è! –commenta Angela Rigucci, presidente di AGe Argentario- La storia insegna il rispetto degli altri e che conviene sempre essere gentili se non si vogliono strane sorprese! Una storia che piace anche perchè la protagonista fa strani rumori, si mette le dita nel naso e queste cose, si sa, piacciono molto ai bambini!”.


La Notte azzurra dei bambini all'Argentario


Per l’occasione, AGe Argentario è nel pieno dei preparativi. Ecco cosa siamo riusciti a sapere curiosando tra le quinte: “Se riusciamo a trovarle, quando la strega fa 'quei rumori' spareremo le bombolette puzzolenti che si usano per carnevale così da attivare suoni e odori!!! Un bambino farà da rumorista soffiandosi sul braccio (è bravissimo! veramente realistico), ma dato che si vergogna starà dietro le quinte. Un altro bimbo farà la voce del gatto, Angela probabilmente farà la voce del narratore, Paola della Libreria farà la voce della fata, mentre stiamo cercando attivamente una volontaria per la voce della strega”.

”Per distinguere visivamente i personaggi porteremo in testa i cappelli da strega e da fata.
Al momento giusto apparirà il pentolone per la pozione e alcuni ingredienti saranno dati ai bambini per gettarli dentro; alcuni ingredienti invece dovranno metterli i bambini stessi! Poi i bimbi ci aiuteranno a recitare la formula e dovranno urlare forte o non funzionerà....
Abbiamo la casa piena di lumache e piume di vari uccelli, finti ragni, occhi di plastica e qualsiasi schifezza trovata in giro che possa essere utile... Se troviamo un'anima buona facciamo anche un filmato della storia, certamente le foto”.



Ecco poi come è andata:

La lettura è andata benissimo! Poi abbiamo trovato anche una voce per la strega e un bimbo per il gatto. La piazza era piena e i bambini molto attenti e partecipativi. Ridevano al rumore delle puzzette e urlavano la formula magica. Ci hanno fatto i complimenti e devo dire che a parte il nervosismo iniziale di tutte noi alla fine ci siamo divertite! ci siamo ripromesse di rifarlo in futuro...
Un bacione grandissimo
Angela



Per ulteriori informazioni è possibile telefonare al 329/4191838 oppure scrivere ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..




Joomla templates by a4joomla