Stampa 

 

 

Fabrizio Frizzi Da presentatore a premiato: un girotondo di bambini ha travolto un ignaro Fabrizio Frizzi nella serata conclusiva della XII edizione del Premio Lunezia, celebrata ad Aulla (MS) sabato 26 luglio scorso. Un gruppo di bambini dell’AGe, dopo aver improvvisato un girotondo con il conduttore televisivo, gli ha offerto in dono un mosaico della Brunella, la fortezza che domina il noto centro della Lunigiana. E insieme al mosaico, un bellissimo disegno fatto da loro e il cappellino dell’AGe, per essere ancora una volta bambino insieme a loro. Sono stati così proprio i più piccoli a rendere omaggio al simpatico presentatore per il suo impegno a favore dell’infanzia.



Frizzi e i bambini al Premio Lunezia


Da presentatore a premiato: un girotondo di bambini travolgerà un ignaro Fabrizio Frizzi nella serata conclusiva della XIII edizione del Premio Lunezia, che si celebrerà ad Aulla sabato 26 luglio prossimo. Un gruppo di bambini dell’AGe, dopo aver improvvisato un girotondo con il conduttore televisivo, gli offrirà in dono un mosaico della Brunella, la fortezza che domina il noto centro della Lunigiana. E insieme al mosaico, un bellissimo disegno fatto da loro e il cappellino dell’AGe, per essere ancora una volta bambino insieme a loro.

Saranno così proprio i più piccoli a rendere omaggio al simpatico presentatore per il suo impegno a favore dell’infanzia. Senza clamore, com’è il suo stile, Frizzi è infatti da anni testimonial e promotore di DIMOS (l’Associazione italiana per la donazione di midollo osseo, già ADMO) e lui stesso è stato donatore, salvando la vita di una bambina affetta da una grave patologia.

Da sempre impegnato in iniziative solidali volte al mondo dell’infanzia, l’artista romano ha partecipato a ‘Stars for children’, ‘Trenta ore per la vita’, ‘Il derby del cuore’, ‘Premio UNICEF’, ‘Progetto Ospedale senza dolore’, ‘Telethon’, eventi nazionali finalizzati alla raccolta di fondi per la ricerca e alla sensibilizzazione sulle tematiche infantile.

Il presentatore televisivo, divenuto famoso con ‘Tandem’ e ‘Pane e marmellata’, è stato inoltre estensore, con Fiorello, Laura Pausini, Piero Angela e tanti altri personaggi famosi, de ‘ Il mondo dei contrari’, un libro, promosso dall’Associazione ‘Trenta Ore per la Vita Onlus’ in collaborazione con VIS (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo) e il Segretariato Sociale RAI, i cui fondi raccolti andranno a sostenere un importante progetto in Africa, la ‘Cité des Jeunes’, centro di accoglienza e formazione per giovani orfani di guerra ed ex bambini soldato.

Per tutte queste motivazioni, i bimbi dell’Associazioni Genitori ‘Alice e Flavio’ di Aulla lo premieranno sabato sera. “Un premio speciale- sottolinea la presidente dell’A.Ge. aullese, Marina Pratici- per un persona speciale. Della quale è giusto valorizzare la dimensione umana e l’impegno in prima persona per la tutela dei diritti dell’infanzia”.

Il Premio Lunezia, prestigioso riconoscimento per il valore musical-letterario delle canzoni italiane, ha visto negli anni calcare il suo palcoscenico artisti famosi come Fabrizio de André, Mogol, Anna Oxa, Vasco Rossi e tanti altri ancora. La serata conclusiva del Premio Lunezia, che anche quest’anno porterà sul palco aullese grandi nomi dello spettacolo (Negramaro, Elio e le Storie Tese, PFM, Isa, Aida Satta Flores, Paolo Vallesi, L’Aura, Roberto Santoro, Niccolò Agliardi), si aprirà così con un invito alla solidarietà, guardando ai protagonisti del futuro, i bambini.