Stampa 
LaBuonaScuola, genitori, Organi collegiali, scuola, AGe,


Parte la riforma della scuola e ancora una volta ci si impegna a fondo per tagliare fuori i genitori. Valentina Aprea voleva dare tutto in mano alle aziende, Renzi ai presidi, ma la musica non cambia. Così l'A.Ge. Toscana tira fuori dal cassetto la storica petizione in difesa degli Organi collegiali, che nel 2012 raccolse quasi 5.500 firme e contribuì concretamente a frenare la proposta Aprea, dà una rinfrescata alle modalità comunicative e chiama a raccolta tutti i genitori impegnati nella scuola. Perché tutte le volte bisogna ricominciare da capo e tutte le volte ci riprovano, a mettere i genitori in soffitta...



Ecco la lettera che è stata inviata alle scuole toscane, con tutte le indicazioni per aderire. Altre iniziative nei prossimi giorni. Chi è interessato a promuovere una raccolta di firme può farlo liberamente e se lo desidera può contattarci scrivendo ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DI SEGUITO TROVI TUTTE LE INDICAZIONI UTILI PER PARTECIPARE

 

PER VOTARE SUBITO, CLICCA QUI



Al Sig. Presidente del
Consiglio di Circolo/Istituto

Ai Sigg.ri Consiglieri

Ai Rappresentanti di Classe

Ai Membri delle Commissioni mensa

Ai Comitati dei genitori


OGGETTO: Petizione #perunaScuolaBuonaDAVVERO.

Caro Presidente, Carissimi Genitori,

la riforma della scuola sta per apportare enormi modifiche alla realtà scolastica che conosciamo e, nel bene e nel male, ne andranno di mezzo i nostri figli.

Questo è un ottimo motivo per informarci e anche per cercare di fare qualcosa. La riforma prefigura infatti una sostanziale marginalizzazione dei genitori, per far posto alla figura del preside-manager.

Ammesso che i dirigenti scolastici apprezzino questo inasprimento delle loro responsabilità (e conseguenti sanzioni), ci sembra necessario attivarci per far sì che i genitori rimangano membri a pieno titolo della comunità scolastica. Anzi più consapevoli, grazie alla formazione gratuita e obbligatoria, e più disponibili, grazie ai permessi lavorativi.

Se condividete le nostre preoccupazioni e le nostre aspirazioni, vi invitiamo a diffodere e sottoscrivere la petizione
https://www.change.org/p/matteorenzi-perunascuolabuonadavvero
Possono firmare tutti, anche dirigenti, docenti e personale ATA, perché questa non è una petizione contro nessuno ma PER LA SCUOLA.


Quello che vi chiediamo prioritariamente è di sostenere la petizione, visto che per essere incisivi occorreranno migliaia di firme: un obiettivo che possiamo raggiungere se ci impegniamo tutti insieme. Se lo desiderate, potete inoltre:


- Condividere l'evento https://www.facebook.com/events/948340261863750/

- Sottoscrivere la petizione cartacea da inviare alle Commissioni Istruzione del Senato e Cultura della Camera inviando la scansione in .pdf a definizione medio-bassa ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. N.B: visto che a ogni Legislatura occorre inviare nuovamente le firme e che le richieste di partecipazione dei genitori sono sempre le stesse, invieremo intanto le 5.435 firme già raccolte; chi avesse già firmato è pregato di girare l'invito ad altri. Si tratta di un canale alternativo e abbiamo verificato che conviene percorrerli entrambi;

- Compilare in tutto o in parte il sondaggio sugli organi collegiali http://goo.gl/forms/dCblM28jJi , in modo da documentare la proposta di noi genitori, che sottoporremo a breve ai decisori politici.


Sarà nostra cura tenervi informati sulle evoluzioni, speriamo buone, dell'iter legislativo.

Va comunque detto che, trattandosi di Legge delegata, se il Parlamento non entra sufficientemente nel dettaglio, c'è il rischio concreto di trovarsi poi dinanzi a un Decreto delegato che non risponde alle nostre aspettative e per di più senza possibilità di appello.

Grazie per la vostra attenzione e per il vostro impegno a favore della scuola.

Rita Manzani Di Goro e le
Associazioni Genitori A.Ge. della Toscana