Stampa

Sezione stampa

qui ci vanno tutti i comunicati stampa e gli articoli relativi alla stampa

Col passare dei giorni, le preoccupazioni dei genitori a proposito di un tempestivo riavvio dell'anno scolastico diventano sempre più fosche previsioni. Troppe cose non tornano, il nodo cruciale dei trasporti continua a restare irrisolto e, come un castello di carte, mesi di preparativi fatti di plexiglas, nastri segnaletici e gel alcolici rischiano di rotolare rovinosamente in un nulla di fatto. Ecco una riflessione a tutto tondo, che aiuta a fare il punto della situazione.

Leggi tutto: Le aule paritarie e i soldi con l'elastico

Sul rientro a scuola a settembre non ce la stanno raccontando giusta e ormai da un pezzo, questo è il punto. Ma più si approssima la fatidica data della riapertura delle scuole e più sono evidenti i gravissimi ritardi organizzativi che renderanno impossibile tornare in aula a milioni di studenti. Qualcuno sa qualcosa dei pulmini scolastici, che dovrebbero portare le loro corse da più di mezz’ora a soli quindici minuti, e della turnazione che necessariamente ne consegue? E’ stato organizzato qualcosa? E quegli undici milioni di mascherine al giorno promessi dal commissario straordinario Arcuri sono stati mai ordinati?

Leggi tutto: Aspettiamo a comprare il grembiule: dubbia la riapertura delle scuole a settembre


Sembra la quadratura del cerchio, e in effetti lo è, conciliare le pressanti istanze di amministrazioni e famiglie per rientrare tutti a scuola a settembre con gli ingombranti paletti posti dal Comitato tecnico scientifico nel documento del  28 maggio scorso, in merito alle ripresa delle attività didattiche. La soluzione proposta dall'Associazione genitori A.Ge. Toscana prevede una turnazione settimanale di tutti gli alunni, con sanificazione nella giornata di sabato, e collegamento in diretta con i compagni di classe che seguono in quel momento le lezioni da casa. Una soluzione applicabile in qualsiasi contesto scolastico.

Leggi tutto: Come tornare tutti in classe a settembre

Nella corsa contro il tempo per aprire le scuole a settembre, metro alla mano e meningi fumanti, si rischia di mettere da parte chi ha un’influenza diretta sui comportamenti degli alunni, ossia i genitori. Entro il 16 luglio le scuole toscane dovranno comunicare le modalità del rientro e così, per evitare che, nella fretta di organizzare e misurare, le scuole tralascino di coinvolgere addirittura i Presidenti dei Consigli d’istituto, l’Associazione genitori A.Ge. Toscana ha scritto a tutti i genitori eletti della propria regione, informandoli e sollecitandoli a fare la propria parte nell’organizzazione del rientro a scuola. Né manca una lista di richieste legittime e realizzabili da avanzare alle scuole.

Leggi tutto: Scuole aperte a settembre, le richieste dei genitori

Non è vero che i genitori vogliono la ripartenza, anzi. I genitori vogliono che il virus finisca, che i nonni non muoiano, che i bambini non restino a casa da soli, che il Paese si salvi.
Impossibile certo, ma per situazioni complesse ci vogliono risposte complesse. Come associazione genitori AGe della Toscana abbiamo consultato i nostri soci, i quali non si sentono rappresentati da chi vuole la riapertura delle scuole e ci hanno spiegato il perché. Le risposte si articolano in aree. Le mettiamo a disposizione affinché possano essere utili.

Leggi tutto: Fase 2: Lettera aperta al Ministro Azzolina

Joomla templates by a4joomla