Alice e Flavio



A Mariella…
e a Alice,
che vive nel suo cuore







LA MIA AMICA

La mia amica ha un nome da bambina
e occhi stretti da donna, che fuggono lontani
La mia amica ha gambe lunghe e mani
forti, ma non prova più a volare
La mia amica è bella, ma non lo sa
o forse non lo vuol sapere,
e ha un riso strano,
come l’eco di un dolore
Ed io vorrei sciogliere quel ghiaccio
che le brina il sorriso,
canti di sirene, danze andaluse,
a illuminarle il viso
musica di cembali, principi senza tempo,
a invitarla a danzare,
nenie di nonne, culle antiche,
per farla addormentare
petali freschi, fiocchi lanosi,
per le lacrime che non sa versare
Camminiamo insieme,
la mia amica e io,
verso quell’attimo infinito
in cui stringerà
per sempre quelle piccole mani
che ha nel cuore.



Joomla templates by a4joomla