Istituzione e componenti

I Forum Provinciali dei Genitori nella Scuola (Fopags) sono istituiti con decreto del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale (già Provveditore agli Studi). Di norma fanno parte del Fopags il Dirigente stesso e due/tre rappresentanti per ciascuna associazione riconosciuta.

Per associazioni riconosciute si intendono quelle facenti parte del Forum Nazionale (Fo.N.A.G.S.), più altre eventualmente rilevanti a livello provinciale e che abbiano ottenuto il riconoscimento dell’U.S.P., secondo criteri che ad oggi sono per lo più ancora da definire. In buona approssimazione si può dire che i Fopags sono costituiti dai rappresentanti nominati dalle tre associazioni storiche (A.Ge., A.Ge.S.C., C.G.D.) e, a partire dal 2008, dal Mo.I.Ge.

Poiché è possibile che una o più associazioni non siano presenti in una determinata provincia, sembra buona norma istituire il Forum sono presenti i membri di almeno due associazioni. Il dirigente può farsi rappresentare da un suo delegato, scelto fra il personale dell’USP. Da sottolineare che i membri dei Forum sono individuati dalle Associazioni fra persone da loro ritenute idonee e solo dietro loro indicazione vengono formalmente nominati dall’USP.


Cariche e ruoli


Il primo atto di ogni Fopags è quello di nominare un coordinatore e un segretario all’interno del gruppo dei genitori. Il coordinatore non è un presidente, ma un primus inter pares, con funzioni appunto di coordinamento delle attività. Per consuetudine le cariche durano un anno e vengono ricoperte a rotazione dai rappresentanti di tutte le associazioni.

Il segretario in genere appartiene a un’associazione diversa da quella del coordinatore; stende il verbale delle sedute e predispone le convocazioni, preoccupandosi soprattutto di consentire la partecipazione di tutti i componenti.

L’ordine del giorno è concordato fra il coordinatore e il referente dell’USP, che poi provvede a stendere la convocazione ufficiale, a sottoporla alla firma del Dirigente e a inviarla a tutti i membri.

Il coordinatore presiede le sedute del Fopags, garantendo a tutti la possibilità di parlare e assicurando l’ordinato svolgimento dei lavori. Una volta che il verbale è stato approvato dal Forum, il coordinatore lo firma insieme al segretario.
Il coordinatore presiede tutte le iniziative organizzate dal Fopags, firma gli atti interni e rilascia interviste sulle materie di competenza del Fopags.


Il referente dell’USP

Il Dirigente dell’USP è un membro a tutti gli effetti del Forum, anche se di fatto partecipa assai raramente alle attività. In genere il Dirigente nomina un delegato, che fa le sue veci e in quella veste ha diritto di parola e di voto.

Il ruolo del referente è molto delicato. Non è azzardato dire che i Forum che funzionano debbono molto del loro successo alla competenza e alla disponibilità del referente.

I genitori nominati nei Forum in genere hanno maturato una certa esperienza nei rapporti con le scuole, sia come membri degli organi collegiali che all’interno dell’attività associativa, però l’apporto che possono dare i referenti è comunque insostituibile e prezioso: conoscono la scuola, le sue regole, le sue risorse e allo stesso tempo sanno orizzontarsi all’interno della macchina amministrativa rappresentata dall’Ufficio scolastico. Chi meglio del referente può individuare le sedi migliori per gli incontri di formazione? Stiamo parlando di quelle con un bell’auditorium, l’impianto microfonico e un parcheggio capiente, ovviamente. E poi il referente conosce la normativa scolastica e sa essere di prezioso aiuto per i Fopags alle prime armi.


Il Regolamento

Se è vero che un gruppo si costruisce intorno a un obiettivo specifico, il primo vero banco di prova per il neonato Fopags è l’approvazione del Regolamento. A scanso di inutili patemi d’animo, è bene precisare che gira da tempo una bozza di regolamento che può essere adottata senza particolari modifiche.

È bene però che ciascun membro prenda dimestichezza con le disposizioni che si vanno ad approvare, perché saranno quelle a regolare il funzionamento del Forum. È vero che in seguito si possono apportare modifiche, ma è meglio fare un buon lavoro fin dal principio.

I punti cruciali in genere sono: le modalità di votazione, la possibilità di nominare membri cooptati, la delega, il funzionamento delle commissioni. Il Regolamento che vi proponiamo in allegato tiene conto delle difficoltà che insorgono quando dalle parole si passa ai fatti e cerca di risolvere in modo mediato situazioni come la mancanza del numero legale e il coinvolgimento di altri genitori disponibili a impegnarsi. Ciascun Fopags però farà bene a studiarselo e, se del caso, a metterci del suo.


Sedute e votazioni

Purtroppo non è superfluo sottolineare che le decisioni si prendono a maggioranza e che tutti i voti valgono uno.

Sembra scontato sottolineare che anche il voto del referente vale uno e che non esiste nessun diritto di veto né si possono rinviare le decisioni al placet del Dirigente dell’Ufficio Scolastico. Certo non si può uscire dagli ambiti riservati al Forum né violare leggi o regolamenti, ma non è neppure possibile aspettare che il Dirigente trovi il tempo di esaminare i nostri progetti e approvarli. Avrà senz’altro di meglio da fare e il referente è lì appositamente per verificare che tutto si svolga nel migliore dei modi.

Giova qui ricordare che “Le attività del Forum, così come risultanti dai verbali, sono adeguatamente pubblicizzate dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca a mezzo stampa e sul proprio sito internet”. Questo vale sia per il Forum Nazionale che per quelli Regionali; è lecito però chiedere che lo stesso trattamento venga riservato anche ai Forum Provinciali, per l’indubbio effetto promozionale che
questo può avere sulle attività deliberate.



Rapporti fra Associazioni


Il problema principale in agguato quando un Forum inizia a funzionare è la conflittualità che può nascere fra i suoi membri. Che le Associazioni abbiano anime diverse è scontato: l’importante è rendere questa diversità una ricchezza.


Come non si stancano mai di ripetere Giuseppe Richiedei e Maurizio Salvi (presidenti emeriti dell’Associazione Italiana Genitori A.Ge. e fra i primi coordinatori del Forum Nazionale, che hanno contribuito non poco a disegnare i contorni del nascente organo) bisogna partire da obiettivi condivisi e lavorare prioritariamente su quelli. In fondo siamo lì per rendere migliore la scuola dei nostri figli e solo lavorando insieme possiamo portare il nostro contributo.


Facciamo un esempio: all’inizio di ciascun incontro di formazione il coordinatore presenta tutte le Associazioni, citando ciascuna con il suo nome per esteso e non solo
come sigla, poi spiega l’importanza di lavorare insieme, le finalità del Forum e gli obiettivi che si vogliono raggiungere: in questo modo i genitori presenti restano coinvolti in un lavoro di squadra. È veramente brutto quando un membro del Forum prende la parola e come prima cosa proclama: “Io sono Pinco Pallino e faccio parte del …”. Magari pensa di fare bella figura e di mettere in mostra la  sua Associazione e invece sta rendendo meno credibile il lavoro di tutti quanti, anche dei più corretti.


Il Forum dovrà trovare un accordo in merito al materiale associativo
da mettere a disposizione dei genitori in occasione degli incontri e decidere se i recapiti personali raccolti nel corso delle attività debbono essere utilizzati unicamente per le attività del Forum o anche per diffondere materiali e iniziative delle singole Associazioni, dopo averli sottoposti all’approvazione degli altri membri.



<<   
 capitolo successivo>   >>

Joomla templates by a4joomla